Condividi

Monte d'Accoddi. Ampliamento degli orari di apertura nel mese di novembre

Si comunica che verrà posticipata al 18 novembre l'attivazione dell'orario invernale di apertura e delle visite guidate nell'area archeologica di Monte d'Accoddi. Dal 2 al 18 novembre l'orario verrà esteso oltre le ore 14, ovvero fino alle 16.30
 
Gli orari di apertura saranno i seguenti:
Dal martedì al sabato dalle 9 alle 16.30
Domenica dalle 9 alle 14
Chiuso lunedì e festivi
 
Dal 19 novembre verrà ripristinato l'orario invernale:
Novembre – Marzo
Dal martedì alla domenica
9.00-14.00

Per informazioni e prenotazioni delle visite guidate:
Infosassari Ufficio Informazioni Turistiche
Palazzo di Città - via Sebastiano Satta, 13
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Telefono: 079 2008072

Scoprite su turismosassari.it  tutti i siti della rete culturale Thàmus  

 

 

 

 

  • Pubblicato in Eventi

Thàmus: Sassari culturale e museale

Un itinerario alla scoperta dei monumenti e dei luoghi della cultura di Sassari. Il nome Thàmus nasce dall'unione tra l'antico nome della città, Thatari, e la parola museo, racchiudendo in sei lettere l’identità, la cultura e la storia di Sassari.

Il simbolo della rete culturale Thàmus è ispirato alla decorazione del soffitto dell'atrio di ingresso al Teatro Civico, che si trova all'interno del Palazzo di Città.

La rete culturale Thàmus suggerisce al visita­tore un itinerario che coinvolge gli edifici e i monumenti più rappresentativi della storia cittadina, una rete civica che propone un’interessante chiave di lettura utile a comprendere a fondo l’identità di Sassari.

La rete civica si sviluppa attorno al Museo della Città, costituito da tre sedi: il Palazzo di Città, il Palazzo Ducale, con le Stanze e le Cantine del Duca, e il Palazzo della Frumentaria (temporaneamente chiuso) sede di esposizioni temporanee destinata ad ospitare il museo della Festa dei Candelieri. Sul sito internet dedicato al Museo della Città è possibile sfogliare la ricca galleria fotografica, visionare le collezioni delle sedi museali ed essere aggiornati sulle mostre e sugli eventi. 

Oltre al Mu­seo della Città, la rete coinvolge importanti siti archeologici ed edifici che raccontano le vicissitudini storiche e le metamorfosi urbanistiche della città e del territorio attraverso i secoli: il Castel­lo Aragonese con il Barbacane, (temporaneamente chiuso)  la Fontana di Rosello, il Palazzo dell’Insinuazione, il Palazzo d’Usini, il Palaz­zo dell’Infermeria San Pietro.

In territorio extraurbano è possibile visitare aree archeologiche di notevole interesse: l’altare prenuragico di Monte d’Accoddi, unico nel suo genere in tutto il bacino del Mediterraneo, e la domus de janas di Montalè a Li Punti.

Il servizio di accompagnamento turistico culturale viene garantito in tutti i siti da guide turistiche abilitate, fatta eccezione per il Palazzo d'Usini (sede della Biblioteca comunale), Palazzo dell’Insinuazione (sede dell’Archivio storico comunale) e Palazzo dell’Infermeria San Pietro (sede dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo).

 

Per informazioni e prenotazioni
Infosassari - Ufficio Informazioni Turistiche
via Sebastiano Satta, 13
Tel. 079 2008072
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Pubblicato in Eventi

Un nuovo cinema per tutti

Dal 2 ottobre al 30 dicembre 2017 al Palazzo di Città si svolgerà la rassegna UN NUOVO CINEMA PER TUTTI, giunta alla trentaquattresima edizione. Verranno proiettati numerosi film che ripercorrono i collaudati percorsi della migliore filmografia italiana e straniera.

Qui potete consultare il programma completo delle proiezioni.

  • Pubblicato in Eventi

Contest "I Candelieri 2017: le foto più belle" su Instagram

La Discesa dei Candelieri diventa l'occasione per il contest fotografico “I Candelieri 2017 – Le foto più belle”, promosso dall’assessorato comunale alla Cultura e al Turismo di Sassari. L'iniziativa mira a valorizzare le migliori produzioni fotografiche digitali, realizzate durante la giornata del 14 agosto, e che saranno condivise con il social network Instagram tramite smartphone o tablet.
Gli autori delle tre foto più belle tra tutte, selezionate da una giuria interna, vinceranno due biglietti omaggio di ingresso e visita guidata ai siti della rete culturale del Comune di Sassari Thàmus.
Le immagini saranno inoltre pubblicate sui canali social Instagram e Facebook Comune di Sassari e Turismo Sassari.
Per partecipare è necessario seguire gli account Instagram @turismosassari e @comunedisassari, caricare la foto entro domenica 20 agosto utilizzando gli hashtag #candelieri17  #turismosassari
 
Il concorso ha inizio lunedì 14 agosto alle 9 e verranno prese in considerazione solo immagini della vestizione (dalle ore 9.00 nel centro storico) e della Discesa (partenza alle ore 18 da piazza Castello).
 

 

Scoprite la storia dei Candelieri, gli eventi del ferragosto sassarese e sfogliate la galleria fotografica sulle pagine dedicate alla manifestazione

                                        

DEPLIANT CON IL PROGRAMMA COMPLETO DEGLI EVENTI IN OCCASIONE DEI CANDELIERI 2017

 

Comunicato stampa su www.comune.sassari.it

 

  • Pubblicato in Eventi

La Cavalcata Sarda a Sassari 68^ edizione

I suoni, i colori, le musiche e le danze,  i gioielli, i costumi e i cavalli. La Cavalcata Sarda è una festa dove ogni anno, la penultima domenica di maggio, si incontrano oltre tremila costumi in rappresentanza dei comuni di tutta l’isola che offrono uno spettacolo indimenticabile, dando vita al più grande evento laico della Sardegna. Una grande festa di primavera che si è meritata nell’ultimo secolo il titolo di “festa della bellezza”, proprio per la ricchezza e la maestosità che la caratterizzano.

Nell'edizione 2017 la sfilata si svolgerà domenica 21 maggio, con partenza dei gruppi alle ore 9 da corso Francesco Cossiga (ex corso Regina Margherita di Savoia).  

Informazioni e prenotazioni dei biglietti per le tribune in piazza d'Italia: 
via Tempio, n° 65 – Tel. 079/28.22.015  (orario 9.30 - 13.00 / 17.00 - 19.30) 
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Euro 12,00 inclusa prevendita
  

Scoprite la storia della Cavalcata Sarda e sfogliate la galleria fotografica sulle pagine dedicate alla manifestazione

 

                                        

               DEPLIANT CON IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA CAVALCATA SARDA 2017

 

Comunicato stampa su www.comune.sassari.it

 

 

  • Pubblicato in Eventi

Gli eventi del mese a Sassari

A Sassari, eventi e manifestazioni culturali animano la città tutto l'anno. Oltre agli eventi legati alla tradizione come il Carnevale, la Settimana Santa, la Cavalcata Sarda e i Candelieri, sono numerose le iniziative, le rassegne e i festival che durante il corso dell'anno si svolgono nei teatri, nelle sale espositive e negli spazi all'aperto.

Il calendario delle iniziative patrocinate dal Comune di Sassari è disponibile anche su smartphone e tablet. Selezionando le singole date dal calendario eventi è possibile visualizzare l'elenco delle iniziative previste per la giornata scelta e ottenere informazioni più approfondite sugli orari e sui luoghi.

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
27

 

  • Pubblicato in Eventi

Itinerario MONTE DE CODE

Il racconto della nostra preistoria parte da una collina di pietre” detta Monte de Code. 

Si tratta del luogo nel quale è emerso grazie agli scavi archeologici  l'Altare prenuragico di Monte d'Accoddi, confrontato con le ziggurat mesopotamiche del III millennio. Un itinerario che attraverso  immagini e ricostruzioni illustra  i contesti che hanno preceduto la costruzione dell' altare, le principali caratteristiche di un insediamento del Neolitico  e si conclude con la visita alla  Domus de Janas di Montalè.

La preistoria nel territorio di Sassari è significativamente documentata per la presenza di Monte d’Accoddi, un contesto archeologico unico nel Mediterraneo, ma è anche rappresentata dalla singolare diffusione delle  domus de janas. Questi sono gli elementi che caratterizzano il racconto della nostra preistoria che si sviluppa a partire da una “collina di pietre” detta   Monte de Code, il luogo nel quale è emerso grazie agli scavi archeologici  l'Altare prenuragico di Monte d'Accoddi, confrontato con le ziggurat mesopotamiche del III millennio.

Il percorso. L'itinerario prevede una prima tappa presso la Sala Proiezioni dell’Unità Introduttiva, la struttura di accoglienza dei visitatori ubicata presso l’area archeologica di Monte d’Accoddi, dove vengono illustrati con una presentazione multimediale i contesti che hanno preceduto la costruzione dell' altare e le principali caratteristiche di un insediamento del Neolitico, dalle  scelte insediative alle le strutture abitative, le abitudini alimentari, i culti, le divinità, i rituali funerari e i luoghi di sepoltura.

Nel corso della presentazione si spiegano inoltre le ipotesi ricostruttive legate ai due altari e le caratteristiche delle strutture abitative e dei manufatti legati al  culto presenti nell’area, di cui alcuni non più visibili.

Inoltre i più significativi reperti che attestano l’importanza del  sito archeologico vengono presentati nel corso della prima parte  dell’itinerario, in modo da stimolare il visitatore a completare la conoscenza del monumento con la visita alla Sala di Monte d’Accoddi presso il Museo Nazionale G.A. Sanna di Sassari. La presentazione multimediale permette inoltre di vedere  le caratteristiche planimetriche e decorative della domus de janas di Montalè. A Monte d’Accoddi l’itinerario prosegue con la visita dell’area archeologica  e con gli approfondimenti relativi agli argomenti illustrati precedentemente.

L’ultima tappa è destinata alla visita della Domus de Janas di Montalè a Li Punti in modo da completare, con la visione diretta dell’ipogeo decorato con le protomi taurine, il tema legato ai riti e ai contesti funerari diffusi in Sardegna durante la Cultura di Ozieri.

Scoprite tutti i sei itinerari tematici "Raccontando Sassari" per conoscere la storia della città di Sassari e la preistoria nel suo territorio:

Itinerario THATARI

Questo itinerario si ispira al toponimo Thatari, denominazione del villaggio medievale di Sassari.

La città divenne libero comune sotto l'influsso dei pisani e dei genovesi e Città Regia con i catalano-aragonesi. Dopo l'influenza spagnola le vicende storiche portano la città sotto il controllo politico e amministrativo della Casa Sabauda. Nell'Ottocento Sassari si espande fuori dal circuito murario e si arricchisce di nuove importanti architetture e opere urbane.

Il Palazzo di Città, fino al 1879 sede dell'Amministrazione Comunale, diventa con il suo Teatro Civico il simbolo di queste trasformazioni. Dal 2005 il Palazzo è la sede del Museo della Città, scelto in questo percorso come luogo ideale per conoscere in un breve arco di tempo, attraverso immagini, suoni e suggestioni la storia di Sassari e della sua evoluzione.

Archeologia urbana, territorio, Sassari tra passato e presente, società, tradizioni e ritualità, sono solo alcuni dei temi che vengono proposti per incuriosirvi e appassionarvi sui tanti aspetti che caratterizzano questa città, da approfondire successivamente, se vorrete, con gli itinerari tematici che proponiamo nella nostra attività.

Il percorso. La prima tappa si svolge nell'ala ovest del Palazzo di Città - Museo della Città dove, presso la Sala proiezioni dei Candelieri,  con una presentazione multimediale, si introducono la storia e i monumenti più significativi di Sassari. Il percorso prosegue tra le diverse sale del Museo che ospitano al pianterreno le sezioni "Memoria ed Identità", espressione dei luoghi e dei
simboli dell'identità cittadina  e "Forma e Immagine" con la ricostruzione del centro storico di Sassari e dei suoi principali monumenti all'interno della cinta muraria.                                            

Si percorre lo scalone che conduce al primo piano, dove è possibile visitare le sale "Sassari rappresentanza e rappresentazione" in cui è possibile vedere il modello ligneo del Palazzo di Città con il Teatro Civico, la Sala dei Sindaci e la Sala dell'Intregu, la tradizionale cerimonia che si svolge durante la festa dei Candelieri. La seconda tappa, presso l'ala est del Palazzo, con ingresso su via Sebastiano Satta, prevede la visita alle sezioni museali dedicate all' "Abbigliamento nella vita quotidiana tra città e campagna", allestite con abiti tradizionali e ornamenti. Il percorso termina nella sala dedicata al "Sacro e Profano", in cui sono rappresentate, attraverso le opere di Eugenio Tavolara, la religiosità e le tradizioni popolari cittadine.

L'itinerario avendo un' articolazione prettamente museale  è l'ideale  per chi in breve tempo vuole avere gli elementi essenziali per  conoscere Sassari e  si  consiglia anche  a chi ha difficoltà motorie perché non sono presenti barriere architettoniche nel percorso.

Scoprite tutti i sei itinerari tematici "Raccontando Sassari" per conoscere la storia della città di Sassari e la preistoria nel suo territorio:

Sottoscrivi questo feed RSS

Service

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner acconsentite a ricevere i cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso ai cookie cliccate qui.