Condividi

Piazza d’Italia e il Palazzo della Provincia

Piazza d'Italia, nota dai cittadini come il "salotto dei sassaresi", è la piazza più importante della città di Sassari. Fu realizzata a partire dal 1872 appena al di fuori della cinta muraria che racchiudeva il centro storico medievale. Il progetto della piazza, originariamente a forma ottagonale, si inseriva nel più…

La cinta muraria

Un tempo, il centro storico di Sassari era racchiuso tra mura medievali che fortificavano il nucleo abitato della città. I lavori di costruzione furono avviati nella prima metà del XIII secolo, mentre l'abbattimento delle mura fu progressivo e si concluse a fine Ottocento con la demolizione del trecentesco castello aragonese…

Palazzo dell'Infermeria San Pietro, nel cuore del centro storico

Il primo nucleo dell’Infermeria venne edificato per volontà e con il contributo di donna Elena della Bronda verso la metà del XVII secolo. L’edificio, destinato ad accogliere e assistere malati, poveri e bisognosi, venne affidato ai Frati Francescani Osservanti di San Pietro di Silki. Il complesso era inserito in un…

Palazzo d'Usini, la prestigiosa sede della Biblioteca comunale

Il Palazzo, che si affaccia su piazza Tola, fu riedificato nel 1577 per conto di don Jayme Manca su precedenti strutture tardo gotiche. Esso rappresenta per Vico Mossa la massima espressione di architettura civile sassarese del XVI secolo. Il palazzo ha subito nel corso dei secoli numerose modifiche che, oltre…

Palazzo dell'Insinuazione, la sede dell'Archivio storico comunale

Col Regio Editto del 15 maggio 1738 le Città Regie, ma anche i pochissimi altri centri più importanti dell’Isola, divennero sede delle cosiddette Tappe di Insinuazione. Gli uffici e gli archivi dell’Insinuazione presiedevano alla registrazione e alla conservazione delle copie degli atti rogati dai notai operanti nell’ambito di una determinata…

Domus de Janas di Montalè, la "casa delle fate"

La necropoli a domus de janas di Montalè si trova nell’omonima località, presso la borgata di Li Punti, distante circa 7 km da Sassari. La tomba più importante del complesso, scoperta casualmente nel 1982, è scavata in un basso banco calcareo dove si osserva il pozzetto che conduce ad una…

Museo della Città: il Palazzo della Frumentaria

Il Palazzo della Frumentaria è momentaneamente chiuso per lavori fino a data da definire. Oggi il Palazzo della Frumentaria rappresenta una preziosa testimonianza degli interventi pubblici apportati nel centro storico nel periodo di grandi trasformazioni urbanistiche vissuto dalla città di Sassari tra il XVI e il XVII secolo. Attraverso la…

Teatro Civico di Sassari

Un teatro che affonda le sue radici nella storia. Qui sorgeva fino al 1826 il Palazzo di Città, affacciato sull'antica Platha de Cothinas, oggi corso Vittorio Emanuele II. In seguito fu realizzata la nuova struttura neoclassica, su progetto dell'architetto Giuseppe Cominotti.

Museo della Città: Le Stanze e le Cantine del Duca a Palazzo Ducale

Un museo che nasce per illustrare la storia di Palazzo Ducale e della vita che si svolgeva al suo interno: un percorso suggestivo e scenografico che vuole rievocare l’organizzazione e le funzioni degli ambienti al tempo del Duca. L’allestimento si sviluppa su tre stanze collegate tra loro, con ingresso dall’atrio…

Chiesa di Santa Maria di Betlem, il luogo sacro dei Candelieri

La chiesa di Santa Maria rappresenta il cuore della tradizione sassarese. Qui, dopo una lunga, faticosa e partecipata processione, il 14 agosto fanno il loro ingresso portatori dei ceri votivi e i rappresentanti dei Gremi. Si tratta della festa dei Candelieri, già in uso nel Medioevo, che ogni anno inonda…

Museo della Città - Palazzo di Città

Dal balcone in ferro battuto del primo piano di questo palazzo, come da antica tradizione del Cinquecento, alla fine della festa della Discesa dei Candelieri, ogni anno il Sindaco si affaccia insieme all'obriere del Gremio dei Massai per formulare il rito dell'intregu, cioè brindare col tradizionale augurio A zent'anni (a…

Service

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner acconsentite a ricevere i cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso ai cookie cliccate qui.